Carnevale 2021 – Una sfilata… speciale

27 Febbraio 2021

Il CircoloNOI5 San Martino ha raccolto in un simpatico video tutte le foto inviate in occasione del Carnevale. Sono tante le persone (giovani e meno giovani) che hanno partecipato alla nostra sfilata… virtuale. Le ringraziamo tutte e le aspettiamo l’anno prossimo, per divertirsi insieme e dal vivo. Qui sotto potete visualizzare il video.

Speciale: QUARESIMA 2021

15 Febbraio 2021

LUCE SUL CAMMINO – 7 febbraio 2021

6 Febbraio 2021
Dalle letture della domenica

In quel tempo, Gesù, uscito dalla sinagoga, subito andò nella casa di Simone e Andrea, in compagnia di Giacomo e Giovanni. La suocera di Simone era a letto con la febbre e subito gli parlarono di lei. Egli si avvicinò e la fece alzare prendendola per mano; la febbre la lasciò ed ella li serviva. (Marco 1,29-31)

Una Parola che tocca la vita…

“Ogni cosa al suo posto. E ogni posto ha la sua cosa”. Principio molto semplice, che ci dà sicurezza. L’inizio del vangelo di oggi, invece, scombina le carte, perché ci mostra Gesù che non si ferma nella sinagoga – luogo ufficiale della relazione con Dio –, ma si spinge fin dentro a una casa, dove c’è una persona malata. Così ci mostra che Dio preferisce condividere con i suoi figli la vita di tutti i giorni.
Liturgia e vita non possono mai essere separate. La liturgia infatti si compie quando trasforma la nostra vita e ci allena a custodire una relazione autentica con il Signore, per potergli parlare da amico e per lasciarci prendere per mano.

…e diventa preghiera

Signore Gesù, aiutami a non ragionare per compartimenti stagni, ma a gettare dei ponti fra ciò che credo e ciò che faccio, fra ciò che prego e ciò che dico. E nelle vicende di ogni giorno, donami di trovare in te un amico fedele, capace di insegnarmi ad amare.

43a Giornata per la Vita

5 Febbraio 2021

La 43a Giornata Nazionale per la Vita 2021 vuol essere un’occasione preziosa per sensibilizzare tutti sul valore dell’autentica libertà, nella prospettiva di un suo esercizio a servizio della vita. Papa Francesco ci ricorda che l’amore è la vera libertà perché distacca dal possesso, ricostruisce le relazioni, sa accogliere e valorizzare il prossimo, trasforma in dono gioioso ogni fatica e rende capaci di comunione. Il binomio “libertà e vita” è inscindibile e l’asse che li unisce è la responsabilità. La responsabilità è disponibilità all’altro e alla speranza, è apertura all’Altro e alla felicità. Responsabilità significa andare oltre la propria libertà per accogliere nel proprio orizzonte la vita di altre persone. Dire “sì” alla vita è il compimento di una libertà che può cambiare la storia. Ogni uomo merita di nascere e di esistere. Ogni essere umano possiede, fin dal concepimento un potenziale di bene e di bello che aspetta di essere espresso e trasformato in atto concreto; un potenziale unico e irripetibile, non cedibile.

Materiali per approfondire:

Circolo NOI5 – Carnevale 2021

3 Febbraio 2021

Il Circolo NOI5 San Martino APS propone di vivere il Carnevale 2021 in un modo tutto nuovo. Dato che non è possibile incontrarci per le tradizionali sfilate e per mangiare insieme frittelle e galani, proponiamo a tutti i bambini e ragazzi di inviarci le foto delle loro maschere per create una… sfilata virtuale sui nostri canali social.

Le foto possono essere inviate fino al 15 febbraio all’indirizzo: noi5sanmartino @ gmail.com.

Ovviamente, siate fantasiosi e divertenti. Mai come in questo periodo abbiamo bisogno di un sorriso!

Per info: CLICCA QUI

Adorazione in musica – 1° giovedì

1 Febbraio 2021

Torna l’appuntamento con l’adorazione in musica del primo giovedì del mese.

Un tempo di preghiera per stare con il Signore e lasciare che ci indichi la via.

Non è difficile seguirlo… Basta fare il primo passo! E Lui è lì che ci attende.

Giovedì 4 febbraio / ore 20:30-21:30 / Chiesa di San Martino Vescovo

Domenica della Parola

21 Gennaio 2021

Si celebra il 24 gennaio la Domenica della Parola di Dio, istituita da Papa Francesco nel 2019.

Il desiderio di papa Francesco «che la parola di Dio sia sempre più celebrata, conosciuta e diffusa, perché attraverso di essa si possa comprendere meglio il mistero di amore che promana da quella sorgente di misericordia», espresso nella Lettera apostolica Misericordia et Misera (n. 7) trova la sua realizzazione proprio nella III Domenica del Tempo Ordinario, che conclude la Settimana di preghiera per l’Unità dei Cristiani. Infatti «celebrare la Domenica della Parola di Dio esprime una valenza ecumenica, perché la Sacra Scrittura indica a quanti si pongono in ascolto il cammino da perseguire per giungere a un’unità autentica e solida» (Lettera apostolica Aperuit illis, n. 3).

La domenica che stiamo celebrando ha lo scopo di renderci sempre più consapevoli che “ignorare le Scritture sacre significa ignorare Cristo stesso”. È san Girolamo che ci dona questa sua massima, una convinzione che maturò proprio attraverso la sua esperienza di lettura, studio e preghiera assidui della Parola di Dio.

La Domenica della Parola intende aiutarci ad assumere con gioia il mandato che tutti abbiamo ricevuto in forza del battesimo, quello cioè di essere missionari della Parola che si è fatta carne: testimoni credibili della Buona Notizia, per tenere alta la parola di vita (Fil 2,16) che illumina e guida le nostre scelte quotidiane.

LUCE SUL CAMMINO – 17 gennaio 2021

16 Gennaio 2021
Dalle letture della domenica

Uno dei due che avevano udito le parole di Giovanni e lo avevano seguito, era Andrea, fratello di Simon Pietro. Egli incontrò per primo suo fratello Simone e gli disse: «Abbiamo trovato il Messia» – che si traduce Cristo – e lo condusse da Gesù. (Giovanni 1,40-42)

Una Parola che tocca la vita…

I primi capitoli del vangelo di Giovanni sembrano una staffetta: una serie di personaggi si testimoniano l’un l’altro l’incontro che sta cambiando la loro vita. Al centro di questa catena, il filo che la tiene unita è la persona di Gesù, l’«Agnello di Dio», riconosciuto come il Messia.
All’inizio del tempo ordinario, la liturgia ci invita a riscoprire l’essenziale della nostra fede, proponendoci come modello l’apostolo Andrea. Egli ha avuto il coraggio di seguire Gesù e stare con lui; poi non si è vergognato di testimoniarlo a Simone, suo fratello. Pur essendo il primo, ha avuto l’umiltà di farsi da parte e lasciare che Dio compisse in Pietro meraviglie ancora più grandi.

…e diventa preghiera

Signore Gesù, a volte ho vergogna di dire che sono tuo discepolo; a volte spero da te grandi ricompense, quasi che il seguirti fosse un privilegio. Donami l’autenticità di Andrea e la sua stessa umiltà, perché io sia testimone della tua bontà nella mia vita e in quella degli altri!

15 Gennaio 2021

Dal 18 al 25 gennaio 2021 si celebra la Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani. I cristiani di tutte le confessioni religiose sono chiamati a pregare perché si compia la piena unità, che è volere di Cristo stesso. Lo slogan scelto per questo 2021 è: “Rimanete nel mio amore: produrrete molto frutto” (cfr Giovanni 15,5-9). Gesù aveva rivolto queste parole ai suoi discepoli in un’ora di preoccupazione e di grande sofferenza, subito prima della sua Passione. Sono parole che volgono lo sguardo e il cuore al futuro dei discepoli e al nostro, provati come siamo da una stagione di grande sofferenza e incertezza.

CELEBRAZIONE DIOCESANA

A livello diocesano, è stata organizzata una Celebrazione ecumenica, quale segno di comunione. La celebrazione, a porte chiuse, sarà trasmessa in diretta su TelePace. Si svolgerà nella Cattedrale, lunedì 18 gennaio, alle ore 20:30. Per info e per la locandina: CLICCA QUI.

CELEBRAZIONE NELLA NOSTRA UNITÀ PASTORALE

Anche come Unità Pastorale di San Martino, desideriamo impegnarci in questo cammino di riconciliazione e di unità. Per questo proponiamo una Celebrazione ecumenica, condivisa con la Chiesa ortodossa rumena, che celebra settimanalmente la Divina Liturgia nella Cappella di Sant’Antonio. La celebrazione si terrà presso la chiesa di Cristo Risorto, domenica 24 gennaio, alle ore 17:00.

PER APPROFONDIRE

Per approfondire il tema, consigliamo di leggere la Lettera ecumenica pubblicata dai rappresentanti della chiese cattolica, ortodossa ed evangeliche d’Italia. Di seguito un breve estratto:

Care sorelle e cari fratelli, mai come in questo tempo abbiamo sentito il desiderio di farci vicini gli uni gli altri, insieme alle nostre comunità che sono in Italia. La sofferenza, la malattia, la morte, le difficoltà economiche di tanti, la distanza che ci separa, non vogliamo nascondano né diminuiscano la forza di essere uniti in Cristo Gesù, soprattutto dopo aver celebrato il Natale. La sua luce, infatti, è venuta ad illuminare la vita delle nostre comunità e del mondo intero: è luce di speranza, di pace, luce che indica un nuovo inizio. Sì, non possiamo solo aspettare che dopo questa pandemia “tutto torni come prima”, come abitualmente si dice. Noi, invece, sogniamo e vogliamo che tutto torni meglio di prima, perché il mondo è segnato ancora troppo dalla violenza e dall’ingiustizia, dall’arroganza e dall’indifferenza. Il male che assume queste forme vorrebbe toglierci la fede e la speranza che tutto può essere rinnovato dalla presenza del Signore e della sua Parola di vita, custodita e annunciata nelle nostre comunità.

Per leggere i resto della lettera, CLICCA QUI.

Per la morte di don Ruggero Favalli

14 Gennaio 2021

Martedì 12 gennaio, presso l’Ospedale di Legnago è defunto don Ruggero Favalli, sacerdote diocesano, di anni 80. I funerali si sono svolti a Casaleone, sua parrocchia di origine, sabato scorso.

Don Ruggero era stato Parroco di Ferrazze dal 1989 al 1997. Per questo, sarà ricordato in modo particolare sabato 23 gennaio, durante la Messa delle ore 18:30.

Ringraziamo il Signore per la sua vita, il suo ministero e il bene che ha compiuto nei diversi incarichi.

Menu